La Comunità Progetto Sud è una Onlus indipendente che ha lo scopo di fare comunità e di individuare risposte concrete di inclusione sociale per coloro che subiscono emarginazione a causa di problemi di handicap, di povertà, di tossicodipendenza, di disagio giovanile, di aids.
La comunità, oggi anche Associazione di Promozione sociale, è un gruppo di gruppi che: gestiscono servizi e iniziative sociali; promuovono politiche e azioni di cambiamento sociale; cercano di costruire coesione e radicamento sociale nel territorio attraverso la promozione della partecipazione ai diritti di cittadinanza delle persone vulnerabili; creano reti di solidarietà e servizi sociali innovativi; avviano percorsi di autonomia per gruppi di base; favoriscono la diffusione di politiche sociali eque; realizzano progetti occupazionali nel settore del lavoro sociale; sperimentano sistemi di convivialità e di accoglienza.
Punta a fare cultura solidale valorizzando le esperienze di vita associativa, elaborando materiali e pubblicazioni tra cui la rivista “Alogon”, approfondendo tematiche per lo sviluppo sostenibile dei territori e gestendo una scuola di formazione denominata “La scuola del sociale”.
Il logo del gruppo è un fiorellino azzurro con contorno bianco e con cinque petali, differenti l’uno dall’altro ad indicare la pluralità delle identità del gruppo.

Gli obiettivi della mission dell’Associazione Comunità Progetto Sud

FARE COMUNITÀ
Proporre forme di vita comunitaria aperte all’accoglienza e alla condivisione, orientare il proprio agire e quello degli altri soggetti del territorio al bene comune e al miglioramento della qualità della vita delle persone.
Il fare comunità è uno degli ideali fondanti la storia e la missione dell’Ass. Comunità Progetto Sud e caratterizza anche il modo di rapportarsi al territorio (lavoro di rete).

  • Comunità di vita di via Conforti a Lamezia Terme: costituisce l’espressione primaria del fare comunità e il motore delle varie realtà dell’Associazione. Realizza anche esperienze di accoglienza di persone straniere. I membri della comunità di vita si sono costituiti nell’Associazione di volontariato “Mutua Autogestione”, con cassa comune.
  • Condominio solidale di via dei Tigli a Lamezia Terme

FARE POLITICA
Svolgere una funzione politica, nel senso di stimolare le istituzioni e l’intera comunità locale a rimuovere le cause della ingiustizia e dell’emarginazione garantendo a tutti i diritti di cittadinanza.
Sostenere una politica organizzativa fondata sulla partecipazione e sulla qualità, una politica delle risorse umane orientata alla loro valorizzazione e crescita umana e professionale (anche con la formazione continua) e al rispetto dei loro diritti di lavoratori, favorire la promozione e diffusione di politiche sociali e sanitarie integrate, efficaci ed eque sul territorio (locale, regionale e nazionale)

  • Creazione e gestione di servizi efficaci e di qualità
  • Promozione della partecipazione attiva dell’utenza ai servizi (es.: costituzione di Comitati degli utenti)
  • Accrescimento della corresponsabilità delle risorse umane
  • Impegno nella ricerca e valorizzazione dell’innovazione sociale
  • Sostegno ai processi di concertazione e di sviluppo in diversi territori calabresi
  • Interventi formativi ed informativi per la coprogettazione sociale (pubblico-privato)
  • Partecipazione attiva alla costruzione di politiche sociali e prassi amministrative eque
  • Promozione di politiche integrate di welfare
  • Interventi di prevenzione sul territorio (vedi fare cultura)

FARE GIUSTIZIA
Promuovere i diritti di cittadinanza delle persone più vulnerabili, diffondere la cultura dei diritti e della legalità, superare le varie forme di disuguaglianza, accrescere la responsabilità sociale, sostenere percorsi di autonomia per gruppi sociali

  •  Attività di tutela (o advocacy: processo di promozione attiva della causa di persone/gruppi in condizioni di svantaggio sociale e/o di tutela dei loro diritti)
    • Sportello informativo e di tutela dei diritti
    • Accompagnamento ad iniziative di advocacy
    • Promozione/sostegno di organizzazioni di advocacy
    • Interventi formativi e di consulenza a gruppi sociali di base
    • Sostegno all’Associazione In direzione ostinata e contraria
  • Attività di emancipazione (o empowerment: processo che favorisce l’emancipazione di persone/gruppi svantaggiati, aiutandoli a (ri)appriopriarsi del controllo sulla propria vita, della consapevolezza della loro dignità, e della fiducia in se stessi e nelle proprie capacità)
    • Formazione per le risorse umane
    • Formazione ed accompagnamento per genitori e famiglie
    • Formazione e laboratori nel settore delle dipendenze
  • Interventi di promozione della legalità
    • Centro sociale e culturale Pensieri e Parole (che utilizza un bene confiscato alla ‘ndrangheta)
    • Sostegno all’Associazione R-Evolution Legalità
    • Attività formative di Educazione alla legalità

FARE INCLUSIONE
Costruire risposte concrete di integrazione e inclusione sociale attraverso servizi, anche innovativi, e progetti sperimentali.
Il fare inclusione viene perseguito, oltre che attraverso i servizi e i progetti sperimentali, con tutte le altre attività dell’Associazione. Per converso, benché inseriti in tale area, i servizi e i progetti sono strumentali a raggiungere tutti e 7 gli obiettivi della mission.

FARE ECONOMIA (SOCIALE)
Contribuire al benessere e allo sviluppo del territorio, promuovendo occupazione, in un contesto ad alto tasso di disoccupazione, ed in particolare l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Sia direttamente, attraverso i propri servizi e progetti, sia indirettamente, attraverso i nodi della rete delle organizzazioni più prossime

  • Interventi di reinserimento socio-lavorativo attraverso esperienze di tirocini formativi, di pratica lavorativa e di orientamento (es. Progetti europei)
  • Promozione della nascita e sostegno allo sviluppo di organizzazioni per l’economia sociale (soprattutto cooperative sociali)
  • Attività di ricerca e progettazione per l’occupazione
  • Progetti per l’economia sociale attraverso partnership con organizzazioni regionali/nazionali pubbliche/private

FARE RETE
Creare reti di solidarietà, attivare collaborazioni non episodiche con organizzazioni non-profit, pubbliche e private (a livello locale, regionale, nazionale), promuovere il volontariato, incrementando il capitale sociale.
Nella promozione della rete possono essere distinti un primo livello di organizzazioni con le quali sussiste un rapporto di maggiore prossimità, di tipo fondativo (essendo state, storicamente, generate o promosse dall’Ass. CPS), ed un secondo livello di organizzazioni e istituzioni con le quali si collabora a vari gradi di intensità.

  • Attività di promozione di organizzazioni
  • Partecipazione attiva a più di 20 reti di organizzazioni
  • Sostegno ad organizzazioni di Volontariato
  • Membro del Centro Servizi per il Volontariato (C.S.V.) attraverso la propria MAG (Mutua Autogestione)
  • Incontri con le famiglie del territorio con l’obiettivo di creare una rete di “Solidarietà Familiare”

FARE CULTURA
Promuovere cultura della solidarietà, valorizzare la dimensione culturale ed educativa delle proprie azioni/realizzazioni, fare prevenzione, comunicare in modo plurale (con più soggetti e più modalità) accompagnando soggetti/gruppi svantaggiati a diventare protagonisti attivi di comunicazione.

  • Pubblicazione rivista trimestrale Alogon (nel 2009 ha ottenuto il codice ISSN)
  • Pubblicazione di libri e altro materiale
  • Sito internet
  • Rapporti con i mass media
  • Costituzione dell’area comunicazione e dell’equipe comunicazione
  • Laboratori formativi progettuali
  • Eventi formativi e culturali
  • Iniziative promosse dalla Scuola del sociale
  • Interventi di prevenzione sul territorio, in collegamento con le agenzie educative:
    • Parco giochi Lilliput
    • Progetti di prevenzione nelle scuole
    • Altri progetti specifici
  • Attività di Educazione alla legalità
  • Campi estivi di Alogon
X