AppTraverso la bellezza con altri occhi

Nuovo appuntamento con il ciclo di webinar AppTraverso la Calabria: vita, relazioni e punti di vista.

GIOVEDÌ 04 marzo dalle 15:30 alle 16:30 in diretta sui canali social di Mediaterronia TV, App Traverso e Comunità Progetto Sud proveremo a guardare “La bellezza che gira intorno a noi  Con altri occhi”.

Questo è il terzo di una serie tematica di appuntamenti on line che sta accompagnando le azioni rivolte agli studenti e ai genitori che sono nella rete educativa del progetto AppTraverso.

Relatori dell’ incontro di giovedì  4 marzo sono: Don Giacomo Panizza, Presidente Comunità Progetto Sud, che affronterà il tema proposto con un intervento dal titolo “La bellezza scoperta e partecipata” e il professore Mario Panarello, Architetto, storico dell’arte e Docente Università Mediterranea Reggio Calabria che ci aiuterà a conoscere i beni culturali della nostra regione con una relazione dal titolo: “Per non assuefarci alla bruttezza: verso la bellezza del patrimonio artistico della Calabria”.

A condurre questo viaggio nella bellezza e nell’arte Lorena Leone, referente del progetto AppTraverso per il territorio di Lamezia Terme.

Scarica la locandina

“Tra testa e cuore”: un brano musicale per raccontare il sociale

Una voce, la musica e la passione per il lavoro da operatrice del Centro Psico Educativo Autismo della Comunità Progetto Sud e due metafore che la raccontano: la testa e il cuore.

«Una musica può fare» cantava Max Gazzè nel 1998 e tra le cose che fa può sicuramente raccontare e lanciare messaggi sociali importanti con un linguaggio universale e condiviso.

È il caso di «Tra testa e cuore» brano composto e interpretato da Silvia Gaglione e dal rapper Raffalife e arrangiato da Francesco Pappaletto.

L’ arte canora e musicale si intreccia con il percorso del Centro Psico Educativo Autismo (CPEA) della Comunità Progetto Sud a Lamezia Terme, si fa strada mentre si lavora a stretto contatto con i bambini e le bambine che frequentano il centro e racconta di salite che si fanno meno ripide se si cammina insieme.

«Questo brano nasce per coniugare quello che amo di più al mondo: il mio lavoro e la musica». – Dice Silvia Gaglione, motivando l’ ispirazione e la scelta di musicare l’ emozione del suo percorso lavorativo come educatrice all’ interno del Centro. «Ho sempre avuto la convinzione che l’espressione artistica sviluppi nell’uomo una serie di abilità e competenze che comportano un miglioramento della qualità di vita a diversi livelli. Attraverso la musica, il ritmo, la danza, con la sola vicinanza fisica, possono essere trasmesse emozioni e sensazioni uniche, generando un livello di intersoggettività completamente libero da vincoli regolamentari. Parlando del mio lavoro non mi riferisco solo all’attuazione di tecniche e procedure volte a sviluppare competenze, ma ad una più ampia e coinvolgente “opera di squadra” nell’ottica di una condivisione entusiasmante di spazi e tempi dedicati ad ogni singolo bambino; un cammino spesso pieno di ostacoli affrontati insieme con la testa e con il cuore! Questo brano porta con sé un piccolo pezzetto di ogni membro della nostra squadra. La musica come mezzo, quindi, ma anche come fine: questa canzone ne è l’esempio »

Silvia Gaglione

Il brano arriva nel periodo del distanziamento causato dal Covid-19, quando si è stati costretti a lavorare a distanza e a sperimentare una nuova metodologia di lavoro, ma senza mai perdere di vista la presa in carico e la responsabilità di proseguire insieme il percorso iniziato con i bambini e le famiglie.

«Questo periodo storico così particolare ci ha fatto sentire più di una grande squadra, – dice Chiara Carnovale- coordinatrice del Centro Autismo– rendendoci ancora più uniti per il raggiungimento di un obiettivo comune: il benessere dei nostri bambini e delle famiglie». –  e continua – «Una missione da scoprire – perché no? – attraverso una canzone. Da qui nasce l’idea di realizzare “Tra testa e cuore”, un videoclip musicale che potesse trasmettere un messaggio ormai molto radicato all’interno del CPEA: riscoprirsi, reiventarsi, costruire e ritrovarsi per essere Insieme migliori. Ritorniamo a parlare di autismo – conclude- per creare percorsi virtuosi insieme».

Un approccio diverso per sensibilizzare e richiamare l’ attenzione al tema dell’ Autismo e per dire che «Esiste non uno ma tanti linguaggi: quello codificato nella lingua parlata e scritta, quello non verbale, quello universale dell’arte e al suo interno quello della musica. . – dice Angela Regio, responsabile del Centro – Poi esistono altri tipi di comunicazione che sono, per esempio, quelli dei nostri bambini e bambine con lo spettro autistico. Linguaggi che vanno da noi appresi e compresi nel tentativo di entrare sempre di più nel loro mondo e al suo interno diventarne presenze significative e rassicuranti per fare il salto verso l’uscita, quella che gli permetterà di comprendere e farsi comprendere anche dentro la comunicazione sociale usata in tutti i luoghi di vita. Il brano Tra testa e cuore tende a rappresentare questa relazione umana all’interno della quale non c’è la meccanicità dei ruoli ricoperti, come a volte lo è quello tra operatore-utente, ma un continuo dialogo fatto di scoperte e travagli reciproci tesi al comprendersi sempre più per meglio vivere e crescere in umanità, insieme».

Insieme, parola chiave che ricorre come ritornello in “Tra testa e cuore” e che richiama l’agire sociale della Comunità Progetto Sud proiettata a costruire nuove dimensioni di servizio per il territorio e per la Calabria «Fino a ieri, genitori di bambini e bambine con Autismo li accompagnavano lontano per diagnosi e terapie. – dichiara Don Giacomo Panizza, Presidente della Comunità Progetto Sud – Adesso, insieme a loro e con associazioni e fondazioni, abbiamo avviato un Centro psico-educativo che se ne prende cura in Calabria e crea occupazione con testa, cuore, e arte di suoni».

Tra testa e cuore

scarica il testo del brano

scarica il podcast

scarica il comunicato stampa

scarica la cartella stampa

credits

RESPONSABILI: Giacomo Panizza, Angela Regio, Chiara Carnovale

MUSICHE E ARRANGIAMENTI: Francesco Pappaletto

RAPPER: Raffaele Vita in arte: Raffalife

TESTO E VOCE DEL BRANO: Silvia Gaglione

OPERATORI CPEA: Valentina Iannazzo, Silvia Gaglione, Giovanna Bruno, Aurelia Adamo, Valeria Curatola, Mario Gigliotti, Josephine Pugliese

Protagoniste: Giovanna Bruno e la piccola Gabriella Materasso

 Si ringraziano

Elvira Benincasa

E per le riprese esterne: Supermarket Puntoè di Antonio Palazzo Lamezia Terme

la Dirigente dell’ IC Manzoni –Augruso di Lamezia Terme: Prof.ssa Anna Primavera

i responsabili del Centro di Riabilitazione della Comunità Progetto Sud

le Suore di Maria Bambina dell’Oasi Bartolomea di Lamezia Terme

Uffico stampa e comunicazione: Events & Press di Maria Pia Tucci

Realizzazione video: Robin Mercuri Immagine PCA srl

Basta sottrarre Diritti alle Persone con disabilità

Lettera aperta ai Commissari del Comune Di Lamezia Terme

Capita sempre più spesso che alcuni avvenimenti ci colpiscano per il danno evitabile che provocano in chi ha difficoltà a difendere i propri diritti. Alcuni di questi però raggiungono livelli di insensatezza che non trovano giustificazione neanche nell’incapacità organizzativa della Pubblica Amministrazione o nella protervia di Privati senza scrupoli.

In questi giorni abbiamo appreso, prima da una comunicazione della Regione e poi dall’approfondimento riportato su Vita non profit, uno dei più autorevoli giornali del Terzo Settore, che il nostro Comune è stato autore di uno di questi deprecabili misfatti.

La questione:

Nel 2014 il Comune di Lamezia Terme (Giunta Speranza) chiede e ottiene un finanziamento per soggetti con handicap gravissimo. La novità importante è che si tratta di una sperimentazione che non è finalizzata solo all’assistenza ma che vuole consentire a queste persone di costruirsi un percorso di vita che possa essere fatto di rapporti umani e di azioni di qualità sociale, culturale e, perché no, economica.

La richiesta viene accolta e la Regione gira al Comune 80 mila euro (Lamezia è capofila del comprensorio) a cui si dovrebbe aggiungere un cofinanziamento dello stesso Ente.

Da questo momento in poi il diluvio.

Alle due persone Istanti, aventi diritto, vengono richiesti un quantitativo impressionante di documenti e si creano una serie di inutili difficoltà degne della peggiore burocrazia.

Non solo, ma dopo un ritardo di diversi anni, ai due Richiedenti viene comunicato che devono anticipare le spese previste nel progetto e uno dei due non può che rinunciare. Un fatto gravissimo perché condiziona il superamento di un bisogno a una disponibilità economica di un soggetto che, ovviamente, non ha né può avere facili capacità di guadagno essendo persona con disabilità gravi e limitatissima autonomia.

Ma, non è tutto, una vicenda gestita malissimo che si conclude ancora peggio perché la famiglia del rimasto unico beneficiario (tra l’altro da poco tristemente deceduto) che aveva trovato le risorse con un grande ulteriore sacrificio, rischia di perdere le spese già anticipate perché la Regione, preso atto dell’inerzia del Comune, ha revocato il finanziamento.

Noi riteniamo che ci sia un solo sentimento con cui si può commentare questa vicenda ed è l’indignazione.

Indignazione per aver trasformato un percorso di vita in un percorso ad ostacoli;

Indignazione per aver perduto un tempo irrecuperabile per chi vive con un gravissimo handicap fisico;

Indignazione per aver impedito ad uno dei due beneficiari di usufruire del suo diritto a vivere meglio chiedendogli di anticipare le spese;

Indignazione perché la perdita del finanziamento mette in difficoltà la famiglia che aveva, con sacrificio, anticipato le spese, ed ora rischia di non recuperarle;

Indignazione soprattutto perché di fronte alla possibilità di consentire a nostri fratelli di avere una propria vita si è gestita la vicenda con l’approssimazione e l’incompetenza di cui solo la Pubblica Amministrazione è capace.

Chiediamo quindi alla Terna Commissariale di fare chiarezza perché ciò che è accaduto non si ripeta e di impedire che si compia il massimo dell’ingiustizia di trasformare in danno una speranza.

Aspiriamo che la città, comune capoluogo di ambito riguardo ai servizi sociali anche dei comuni limitrofi, si doti di un’Amministrazione e una burocrazia capaci di corrispondere ai diritti dei cittadini, con particolare attenzione ai più deboli.

Firme:

  1. Nunzia Coppedé, FISH Calabria
  2. Giacomo Panizza, Comunità Progetto Sud
  3. Pino Saffioti, Pensionato
  4. Amalia Bruni, Medico
  5. Italo Reale, Avvocato
  6. Daniela Grandinetti, Insegnante
  7. Gioacchino Tavella, Libraio
  8. Rosa Tavella, Medico
  9. Angela Gaetano, Presidente AISM
  10. Vincenzo Massara, Avvocato
  11. Giuseppe Bianco, Sociologo
  12. Marano Paola
  13. Rita Levantesi
  14. Siriano Olanda, Insegnante
  15. Anna Conidi, Maria insegnante
  16. Giuseppe Villella, Professore
  17. Ruggero Chieffallo, Rappresentante
  18. Sara Persico, Medico in pensione
  19. Franco Cimino medico in pensione
  20. Francesco Scoppetta, Dirigente Scolastico
  21. Carmela Dromì, Insegnate
  22. Francesca Fiorentino, Mago Merlino
  23. Tonino Tillieci, Avvocato
  24. Maiello Patrizia, Medico
  25. Caterina Ermio, Primario FF Neurologia
  26. Marina Galati, Psicologa
  27. Angela Regio, Sociologa
  28. Lia Ermio Primario di Ginecologia
  29. Sebastiano Barbanti, Doottore
  30. Renzo Calabria, Commercialista
  31. Deborah Chirico, Funzionario
  32. Saverio Ferrari, Medico 118
  33. Beppe Rozzoni, OSS
  34. Emma Leone, R-evolution Legalità
  35. Nicola Mastroianni, Dott. in Economia
  36. Riccardo Piacente, Dott: in Economia
  37. Anna Montesanti, Insegnante
  38. Angela Muraca, Psicologa
  39. Carlo Leone, Educatore Professionale
  40. Amedeo Colacino, Avvocato
  41. Francesco Belvedere, Geometra
  42. Elvira Benincasa, Educatrice Professionale
  43. Marcello Rubino, Avvocato
  44. Giuseppe Pandolfo, Avvocato
  45. Rita Barbuto, DPI Italia
  46. Maria Pia Tucci, Giornalista
  47. Paola Rozzoni, OSS
  48. Roberto Gatto, Educatore Professionale
  49. Monique Famularo, Avvocato
  50. Rubens Curia, Portavoce Comunità Competente
  51. Pasquale Casile, Presidente Anffas Onlus Reggio Calabria
  52. Tina Uva Grisolia, AFD Associazione famiglie disabili- ODV Castrovillari
  53. Franca Paletta, Associazione La Spiga Cosenza
  54. Ninetta Cristallo, AVE-AMA
  55. Emily Amantea, Presidente AIPD, Cosenza
  56. Nadia Fabiano, Angsa Crotone
  57. Pasquale Gaetano, Associazione Intese Lamezia Terme
  58. Pasquale Gaetano, Progetto Itaca Catanzaro-Lamezia
  59. Renato Nunnari, Sincronia
  60. Antonio Sacco, AID Onlus Catanzaro
  61. Innocenza Falsetti, Associazione Nuovi Orizzonti Amantea Cosenza
  62. Natalia Barillari, Libellula Afasp
  63. Lidia Rizzo, Strada Facendo
  64. Rosanna Durante, Associazione Il Girasole Lamezia Terme
  65. Luigi Antonio Macrì, Focus on
  66. Giacomo Coluccio, Don Pellicanò Odv
  67. Natalia Barillari, Libellula Afasp
  68. Lidia Rizzo, Strada Facendo
  69. Rosa Conca, Ama Calabria
  70. Carlo Mercuri, presidente UNITALSI Lamezia Terme
  71. Francesca Rubettino, Musicami
  72. Domenico Posterino, presidente Associazione Prader Willi
  73. Maria Alessandra Polimeno, psicologa Presidente Associazione 5D
  74. Stefania Marino, Presidente Associazione Prosalus
  75. Luigi De Filippis, Medico mmg Presidente Associazione COOPISA
  76. Pino Ippolito, ingegnere Presidente Associazione Armino Palmi
  77. Rossella Romeo, Medico ospedaliero
  78. Vincenzo Pizzonia, Geologo
  79. Piero Piersante, Medico epidemiologo
  80. Maria Jovanna Izzo, medico ASP Cosenza
  81. Caterina Laria, Medico medicina generale
  82. Luigi Anastasio, già Direttore u.o. medicina Ospedale Iazzolino Vibo Val.
  83. Vita Cupertino, Pediatra di comunità ASP Cosenza
  84. Giorgio Marcello, Docente Unical
  85. Ernesto Mancini, già Direttore Azienda Ospedaliera Verona
  86. Laura Sambo, Ginecologa ASP Reggio Cal.
  87. Simona Cama, Docente
  88. Salvatore Miceli, Docente
  89. Luciano Lucania, Oncologo ASP Reggio Cal.
  90. Elisabetta Felletti, Psichiatra ASP Reggio Cal.
  91. Carmela Cortese, già Direttore Dipartimento di Prevenzione ASP Cosenza
  92. Giuseppe Giordano, Consigliere comunale Reggio Cal.
  93. Francesco Costantino, Ingegnere
  94. Isa Mantelli, Nefrologo
  95. Elena Sodano, Terapeuta
  96. Maria Francesca Amendola, Psicologa ASP Cosenza
  97. Stefania Zampogna, Pediatra A.O. Pugliese Ciaccio
  98. Rosaria Brancati, Associazione CASM
  99. Adriana De Luca, Associazione Gli altri siamo noi
  100. Mimmo Rocca, Coordinamento regionale Àlogon

Webinar. Relazioni mediate. Riflessione sulle nuove tecnologie digitali

Un nuovo appuntamento con i webinar di AppTraverso la Calabria.
Questa settimana il tema proposto e che affronteremo con studenti, genitori, insegnanti e operatori di progetto è legato all’uso delle nuove tecnologie digitali.
Tutti, volenti o no, siamo stati messi davanti al fatto compiuto!
Restare connessi, in questa pandemia che già ha fatto il giro dei 365 giorni,  cosa ha significato?  Mantenere le relazioni, cambiarle, abbandonarle per sempre?
Tutto questo quanto si ripercuote sulle nostre vite di genitori, studenti, insegnati, lavoratori del sociale?
Due relazioni ci aiuteranno ad un approccio consapevole e valorizzante dei nuovi mezzi di comunicazione, che sembra ci chiedano velocità e poco pensiero… ma è davvero così?
Quanto invece la tecnologia ha supportato il lavoro a sostegno delle povertà educative? e come abbiamo lavorato noi? con quale visione?
Ne parliamo Giovedì 25. 02. 2021 |15.30 16.30 in diretta sulla pagine social 
Andrea Tucci | Psicologo
La vita online degli adolescenti: tra sperimentazione e rischio
e
Caterina Fanello | Sociologa
Usiamo i social con testa

Calendario selezione Servizio civile universale: Comunità Progetto Sud e Il Delta Società Cooperativa sociale

1_PROGETTO “Diverse Immaginabili risorse”
CODICE PROGETTO PTXSU0024820011109NXTX
PRESSO L’ORGANIZZAZIONE Associazione Comunità Progetto Sud – Onlus
SCARICA IL CALENDARIO

 

2_PROGETTO “Tierra, techo, trabajo”
CODICE PROGETTO PTXSU0024820011107NXTX
PRESSO L’ORGANIZZAZIONE Associazione Comunità Progetto Sud – Onlus

SCARICA IL CALENDARIO

 

3_PROGETTO “Tierra, techo, trabajo”
CODICE PROGETTO  PTXSU0024820011107NXTX
PRESSO L’ORGANIZZAZIONE Il Delta Società Cooperativa Sociale

SCHEDA PROGETTO

SCARICA IL CALENDARIO

 

4_PROGETTO “LiberAzioni”
CODICE PROGETTO  PTXSU0024820011105NXTX
PRESSO L’ORGANIZZAZIONE Il Delta Società Cooperativa Sociale

SCHEDA PROGETTO

SCARICA IL CALENDARIO

Bando Servizio Civile Universale

AppTraverso: vita, relazioni e punti di vista

Un percorso di webinar rivolto a genitori, docenti, operatori e studenti che sono il cuore pulsante di APPtraverso la Calabria progetto che vede capofila la Comunità Progetto Sud e che grazie alla sinergia tra CNCA Calabria (Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza) e l’Arci Calabria ha messo in rete 34 tra istituti scolastici, enti del terzo settore e imprese delle province di Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Catanzaro per dare vita al progetto finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
Laboratori che, anche in Dad e con le restrizioni dovute al Covid-19, stanno accompagnando i circa 200 alunni e alunne tra i temi delle aspirazioni, della povertà educativa, della tecnologia e della didattica, come opportunità per
l’ apprendimento.
Dal 18 febbraio con cadenza settimanale, per tre giovedì, esperti del mondo del benessere e dello sport, della sociologia e psicologia, dell’ arte e dell’ estetica si danno appuntamento online 
per confrontarsi su “Vita, relazioni e punti di vista” cercando di intercettare  nuove domande e nuovi bisogni che provengono da scuola, famiglia e società.
Questo il programma che potrà essere seguito sulle pagina facebook e youtube di MediaTerroniaTV  (mediapartner del Progetto) e sulle Pagina del progetto AppTraverso
Giovedì 18 02. 2021 |15.30 16.30
“Stili di vita. Cambiamenti al tempo del Covid” 
relatori:
Alessandra Mercuri, biologa nutrizionista
Alimentazione e benessere in pandemia
Antonio Rizzo, Dottore in Scienze Motorie
Attività sportiva e Covid
Giovedì 25. 02. 2021 |15.30 16.30
“Relazioni mediate. Riflessione sulle nuove tecnologie digitali” 
relatori:
Andrea Tucci | Psicologo
La vita online degli adolescenti: tra sperimentazione e rischio
Caterina Fanello | Sociologa
Usiamo i social con testa
Giovedì 04.03. 2021 |15.30 -16.30
“Con altri occhi. La Bellezza che gira intorno” 
Relatori:
don Giacomo Panizza | Presidente Comunità Progetto Sud
La bellezza scoperta e partecipata
Mario Panarello | Architetto, storico dell’ arte. Docente Università Mediterranea Reggio Calabria
Per non assuefarci alla bruttezza: verso la bellezza del patrimonio artistico della Calabria

Per una sanità partecipata e trasparente. Lettera aperta ai Commissari

Lettera aperta ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie della Calabria

Egregi Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Calabresi,

il movimento Comunità Competente, formato da associazioni e cittadini e cittadine partecipi da tempo sui temi della salute nella nostra regione, con la presente richiama il comma 4 dell’articolo 2 della Legge 30 dicembre 2020, n°181 il quale dispone che le S.S.L.L. entro 90 giorni dalla nomina a commissario adottino l’Atto Aziendale, rammentando che tale documento disegna l’organizzazione e la mission della Azienda e i suoi rapporti con le rappresentanze degli Attori sociali e degli Enti locali.

Richiama anche il dato che 11 anni di “Piano di rientro” cui è sottoposto il Servizio Sanitario Regionale non hanno prodotto una svolta positiva né in merito alla qualità dei Livelli Essenziali di Assistenza, nonostante l’impegno degli operatori sanitari, né con riferimento al disavanzo economico.

Abbiamo assistito in questi anni all’infiltrazione della ’ndrangheta, a fenomeni di corruzione e d’incompetenza nell’amministrare le Aziende Sanitarie che gradualmente si sono allontanate dai cittadini non dando risposte sufficienti ai loro bisogni di salute e incrementando in modo patologico la “mobilità passiva”.

Pertanto, poiché riteniamo che l’Atto Aziendale sopra citato sia il documento “nobile” con cui debbano essere basilarmente affrontate e risolte le molte inadempienze quali la Medicina Distrettuale “ desertificata”, il Progetto Obiettivo Materno Infantile (POMI) incompiuto, il Piano Nazionale della Cronicità inattuato, la Telemedicina solamente dichiarata, la Salute Mentale svuotata in uomini e mezzi, gli Screening dei tumori femminili e del colon-retto non attuati compiutamente, i Presidi Ospedalieri con una forte carenza di personale, condividendo lo spirito dell’articolo 2 della 181/2020,

chiediamo alle S.S.L.L.

di attivare, in questi 60 giorni, un grande bagno di  democrazia partecipativa con un confronto serrato con le Associazioni dei cittadini,  i Sindaci, le Organizzazioni Sindacali.

Uno sguardo sulla sanità pubblica in Calabria

Le proposte di Comunità Competente
Sabato 13 febbraio 2020
Ore 17.00-19.00
relazionano:
Rubens Curia | Portavoce di Comunità Competente
Marina Galati | Comunità Progetto Sud – Lamezia Terme (CZ)
per accedere alla room: Zoom ID 850 9975 7246 Passcode 013395

Addetto alle produzioni agricole

È aperto il bando per accedere al corso di 110 ore di formazione come addetto alle produzioni agricole: arboree, erbacee ed orto floricole rivolto alla formazione di 15 persone straniere residenti nell’area territoriale di Lamezia Terme.

Il progetto è autorizzato e realizzato con il contributo della Regione Calabria – Dipartimento Tutela della Salute e Servizi Sociali e Socio-Sanitari e si inserisce tra le azioni di PROP Calabria, progetto che ha l’obiettivo di creare un sistema integrato di presa in carico, supporto, gestione, accompagnamento all’inserimento socio-lavorativo e all’autonomia delle persone migranti.

La domanda può essere inviata entro il 18 febbraio a sportello.propcalabria@gmail.com

Nel caso in cui le richieste superino il numero massimo di posti disponibili verrà realizzata una selezione tenendo conto dei seguenti criteri:
– età dei partecipanti (verrà data preferenza ai partecipanti che abbiamo una età superiore)
– livello di comprensione della lingua italiana
– livello di motivazione del partecipante
Colloqui individuali di selezione valuteranno:
la motivazione del partecipante e il livello di comprensione della lingua italiana (con test scritto)
Successivamente verrà stilata una graduatoria che sarà resa pubblica.

scarica la locandina 

PROPCalabria: chi siamo

Il Comune di Miglierina è il proponente del progetto. Si affiancano all’interno del partenariato i Comuni di Falerna e Serrastretta. Il coordinamento del partneriato degli enti no profit è dell’Associazione Comunità Progetto Sud, altri partner sono: la Cooperativa Sociale InRete, la Fondazione Caritas Diocesana di Lamezia Terme, la Cooperativa Sociale Il Delta e l’Associazione Mago Merlino. Fanno parte del partenariato anche la FLAI-CGIL Area vasta Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia e la FAI-CISL Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, nonché l’Associazione Aprocal.

Crescere, rigenerare, ritrovare la rotta

Idee, esperienze e strumenti per uno sviluppo sostenibile.

Un webinar strutturato per raccontare esperienze e fornire strumenti per ripensare e agire lo sviluppo sostenibile.

L’ ambito è quello del progetto AppTraverso la Calabria, realizzato con i contributo di Fondazione CON IL SUD, che nasce dalla collaborazione di due reti associative calabresi: il CNCA Calabria (Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza) e l’Arci Calabria, che grazie al Bando Adolescenti 2017 ha permesso a una rete di Associazioni di intervenire sulla povertà educativa degli adolescenti del territorio calabrese, attraverso l’uso di app e di strumentazione digitale.

Relatori di questo incontro in rete: Marina Galati, Presidente CNCA Calabria; Emanuela Pascuzzi: ref CNCA Calabria; Giulio Loiacono ASVIS; Caterina Pozzi, CNCA nazionale; Annamaria Bavaro Cooperativa le Agricole; Luigi Lo Corvo e Marco Biazzo Università Tor Vergata Roma.

 

 

X